STATUTO

«ASSOCIAZIONE CANOVA GIOVANE CLUB»

Preambolo

 

I giovani del Canova Club, ispirandosi ai principi del Canova Club, per lungo tempo hanno promosso i valori di Amicizia, Cultura e Solidarietà. Le esperienze maturate hanno consentito ai partecipanti di sviluppare capacità di leadership e di relazione, che si sono poi rivelate di grande importanza per affermarsi con successo nel mondo professionale.

In considerazione dell’evoluzione delle attività e dell’aumento del numero di giovani che condividono i valori del Canova Giovane e ne frequentano le attività, è divenuto opportuno dare una struttura maggiormente stabile ed organica al Club, in modo da garantirne la continuità e l’efficienza e di consentire di portare avanti iniziative giuridicamente precluse ad una comunità non strutturata.

Su tali basi, è istituita l’Associazione Canova Giovane Club. Quest’ultima si ispira alla proficua esperienza del Canova Club per promuovere i medesimi valori di Amicizia, Cultura e Solidarietà e per svolgere opere di volontariato in favore delle persone fisiche in difficoltà, nonché per sostenere i giovani nel mondo del lavoro.

A tal fine, l’Associazione Canova Giovane Club può intraprendere ogni iniziativa e svolgere ogni attività idonea allo scopo, tra le quali promuovere cenacoli, conferenze, dibattiti, manifestazioni culturali, incontri in genere; organizzare mostre, esposizioni, spettacoli, concerti; assumere iniziative editoriali, di divulgazione e di comunicazione, anche con il mezzo telematico, e con particolare riguardo alla diffusione e alla conoscenza delle proprie attività e iniziative; promuovere la raccolta di fondi da destinare ad impieghi benefici e solidaristici, anche in collegamento con altre organizzazioni che perseguono tali fini specifici; organizzare attività di volontariato attivo; sostenere l’azione di persone, gruppi, comitati, organizzazioni, associazioni o enti che svolgano attività coerenti con lo scopo dell'Associazione Canova Giovane Club.

L'Associazione Canova Giovane Club può avvalersi dell'esperienza vantata dai professionisti del Canova Club, con il quale può anche organizzare attività congiunte.

 

Art. 1 – Costituzione, denominazione, natura giuridica e durata

E’ costituita un’Associazione denominata

“ASSOCIAZIONE CANOVA GIOVANE CLUB”

di seguito “Associazione”.

L’Associazione non ha scopo di lucro, non può distribuire utili e persegue i propri scopi con tutte le modalità consentite dalla sua natura giuridica ed opera nel rispetto della legislazione italiana.

L’Associazione ha sede in Italia.

La durata dell’Associazione è a tempo indeterminato.

 

Art. 2 – Scopi

L’Associazione persegue gli scopi di cui in premessa, anche ispirandosi alle attività poste in essere dal Canova Club.

L’Associazione può intraprendere ogni iniziativa e svolgere ogni attività idonea ai suoi scopi, tra le quali, ma non limitatamente, le seguenti:

  1. promuovere cenacoli, conferenze, dibattiti, manifestazioni culturali, incontri in genere, a cui può invitare ad intervenire anche soci del Canova Club;
  2. organizzare mostre, esposizioni, spettacoli, concerti, nonché organizzare, promuovere e coordinare visite e partecipazioni a mostre, esposizioni, spettacoli, concerti e altri eventi;
  3. assumere iniziative editoriali, di divulgazione e di comunicazione, anche con il mezzo telematico, e con particolare riguardo alla diffusione e alla conoscenza delle proprie attività e iniziative;
  4. promuovere la raccolta di fondi da destinare alle attività dell’Associazione e a scopi benefici e solidaristici, anche in collegamento con altre organizzazioni che perseguano tali fini specifici e principalmente in collegamento con il Canova Club;
  5. richiedere supporto logistico e sponsorizzazioni al Canova Club;
  6. consentire ai soci di entrare in contatto con i soci del Canova Club;
  7. organizzare attività di volontariato attivo;
  8. sostenere l’azione di persone, gruppi, comitati, organizzazioni, associazioni o enti che svolgano attività coerenti con lo scopo dell’Associazione.

L’Associazione può ricevere contributi e donazioni finalizzati al raggiungimento dei suoi scopi istituzionali.

 

Art. 3 – Patrimonio

Il patrimonio dell’Associazione è costituito:

  1. dalle somme inizialmente versate;
  2. dai contributi corrisposti dai soci;
  3. dai contributi versati in occasione di eventi e/o manifestazioni organizzati dall’Associazione;
  4. dalle elargizioni, dai contributi, dalle sponsorizzazioni e dalle donazioni effettuate dai soci, dal Canova Club o da altri terzi.

 

Art. 4 – Soci e membri onorari

Assumono la qualifica di “soci” coloro che hanno partecipato all’atto costitutivo dell’Associazione, previa presentazione di un’istanza.

Possono divenire soci, previa presentazione di un’istanza e delibera favorevole del Consiglio direttivo, tutti i soggetti di elevate qualità umane, morali e professionali e di età superiore a 20 anni e inferiore a 35 anni, che condividono le finalità dell’Associazione e che hanno frequentato le attività dell’associazione per almeno un anno.

I soci sono tenuti al versamento del contributo associativo annuale nella misura determinata dal Consiglio direttivo.

Al compimento del trentacinquesimo anno di età, i soci diventano soci onorari. La carica di socio onorario non conferisce alcun diritto. I soci onorari vengono segnalati al Canova Club, che potrà proporre loro di diventare soci o di frequentare il Canova Club.

Possono essere nominati soci onorari con delibera del Consiglio direttivo coloro che, pur non essendo stati essendo soci, si sono distinti per aver sostenuto l’Associazione.

Possono essere riconosciuti quali soci onorari anche coloro che possano essere considerati soci del Canova Giovane nel periodo antecedente alla realizzazione dello Statuto.

 

Art. 5 – Modalità di partecipazione

I soci possono partecipare a tutte le attività dell'Associazione. Per le attività che non consentano la partecipazione di tutti i soci, il Consiglio direttivo determina criteri di precedenza obiettivi, proporzionati e non discriminatori.

I soci dell'Associazione possono partecipare anche alle attività del Canova Club nei modi ed alle condizioni stabilite da quest'ultimo.

A ciascun socio è attribuito un voto nell’Assemblea dei soci.

Oltre ai soci, possono partecipare alle attività dell’Associazione anche altri soggetti, nei limiti dei posti rimasti disponibili dopo le adesioni dei soci e con le modalità ed alle condizioni di volta in volta stabilite dal Consiglio direttivo.

 

Art. 6 – Esclusione e recesso

Il Consiglio direttivo può deliberare l’esclusione dei soci per aver tenuto un comportamento incompatibile con la qualifica di socio, tra cui l’inadempimento all’obbligo di versare i contributi previsti dal presente Statuto.

La qualifica di socio si perde per il superamento del limite d’età. In ogni caso, né la qualifica, né la quota associativa sono cedibili.

I soci, fermo restando il dovere di adempimento delle obbligazioni assunte, possono in ogni momento recedere dall’Associazione, dandone comunicazione al Consiglio direttivo.

In caso di recesso o di esclusione dall’Associazione, non è versato al socio uscente alcun rimborso delle quote versate.

 

Art. 7 – Organi

Sono Organi dell’Associazione:

  1. l’Assemblea dei soci (l’“Assemblea”);
  2. il Presidente;
  3. il Consiglio direttivo.

 

Art. 8 – Assemblea dei soci

L’Assemblea, organo principale dell’Associazione, è costituita da tutti i soci in regola con i pagamenti all’atto della sua convocazione.

L’Assemblea:

  1. elegge e revoca il Presidente;
  2. approva il regolamento dell’Associazione;
  3. approva il bilancio;
  4. approva le azioni generali dell’Associazione per l’anno successivo;
  5. approva le modifiche statutarie.

Le deliberazioni dell’Assemblea in prima convocazione sono prese a maggioranza dei voti e con la presenza di almeno la metà degli aventi diritto. In seconda convocazione la deliberazione è valida con il voto favorevole della maggioranza dei presenti qualunque sia il numero degli intervenuti aventi diritto di voto. È consentita la delega di voto.

L’Assemblea viene convocata, almeno una volta l’anno, dal Presidente con avviso spedito quindici giorni prima o, se spedito successivamente, ricevuto almeno cinque giorni prima di quello fissato per l’Assemblea con lettera raccomandata, fax o messaggio di posta elettronica.

Il Presidente deve convocare l’Assemblea se ne fa richiesta un terzo dei suoi membri. L’Assemblea, a maggioranza di tre quinti degli aventi diritto, può deliberare la rimozione del Presidente prima della naturale scadenza del mandato.

 

Art. 9 – Presidente

Il Presidente assicura la gestione ordinaria e straordinaria dell’Associazione, tenendo in considerazione gli orientamenti generali dei soci.

Fra tali attività, il Presidente:

  1. fissa, nel rispetto degli scopi dell’Associazione e d’intesa con il Consiglio direttivo, le linee generali dell’attività dell’Associazione ed i relativi obiettivi e programmi;
  2. elabora il piano di attività annuale e pluriennale dell’Associazione, coordinando le attività con quelle del Canova Club;
  3. delega i soci a svolgere determinate attività per conto dell'Associazione, sentito il Consiglio direttivo;
  4. autorizza lo svolgimento di attività in nome e per conto dell'Associazione, d'intesa con il Consiglio direttivo;
  5. revoca deleghe ed autorizzazioni, d'intesa con il Consiglio direttivo;
  6. convoca l’assemblea dei soci;
  7. svolge ogni attività necessaria per la gestione dell’Associazione, ivi comprese la stipula di contratti, l’apertura di conti correnti e l’amministrazione dei beni dell’Associazione;

Il Presidente dura in carica due anni ed è rieleggibile.

In caso di impedimento, è sostituito dal membro del Consiglio direttivo con più anzianità nell'Associazione, ovvero, in caso di pari anzianità nell'Associazione, da quello più anziano d'età.

 

Art. 10 – Consiglio direttivo

Il Consiglio direttivo è composto dal Presidente e da coloro che hanno ricevuto una delega per un'attività. Il Consiglio direttivo si scioglie quando il Presidente decade dal mandato.

Il Consiglio direttivo viene convocato dal Presidente senza formalità, almeno una volta ogni due mesi.

Ogni componente è responsabile di fronte all'Assemblea e al Consiglio direttivo per l'andamento dell'attività ad esso delegata.

Il Consiglio direttivo:

  1. è responsabile per l'andamento generale dell'Associazione;
  2. cura l'organizzazione e vigila sull'andamento generale delle attività e può ispirarsi alle iniziative del Canova Club;
  3. tramite il tesoriere, redige annualmente il bilancio, recante un rendiconto economico e finanziario e, su proposta del tesoriere, determina l’entità del contributo associativo;
  4. amministra il patrimonio dell’Associazione, insieme al Presidente.

Il Consiglio direttivo può invitare a partecipare alle riunioni coloro che abbiano avuto incarichi gestionali, operativi od organizzativi.

Il Consiglio direttivo delibera sulla revoca di una delega, su proposta di un membro. Il membro del Consiglio direttivo di cui viene richiesta la revoca non partecipa a tale votazione.

Il Consiglio direttivo delibera a maggioranza dei presenti. In caso di parità, il voto del Presidente vale doppio.

 

Art. 11 – Rappresentanza

Il Presidente ha la legale rappresentanza dell’Associazione di fronte ai terzi ed in giudizio, con piena facoltà di delegare terzi.

 

Art. 12 – Remunerazioni e scioglimento

Lo spirito volontaristico e non lucrativo dell’Associazione esclude che le attività svolte dai componenti degli organi sociali e in generale, dai soci tutti in favore dello stesso possano essere remunerate.

In caso di scioglimento, il patrimonio dell’Associazione viene devoluto ad altra associazione con finalità analoghe o ai fini di pubblica utilità.

 

Art. 13 – Rapporti con il Canova Club

L'Associazione svolge la propria attività anche avvalendosi della struttura operativa e dell'esperienza del Canova Club. A tal fine, l'Associazione può richiedere anche il coinvolgimento dei soci del Canova Club, sia come ospiti d'onore alle serate, sia come sostegno, nonché invocarne il patrocinio.

Il Presidente del Canova Club è Presidente onorario.

Al fine di coordinare le attività dell’Associazione con quelle del Canova Club, nonché di verificare l’andamento delle attività, il Canova Club delega un proprio rappresentante a partecipare alle riunioni del Consiglio direttivo dell'Associazione.

Il Consiglio direttivo dell’Associazione delega un proprio rappresentante a partecipare alle riunioni del Consiglio direttivo del Canova Club.

L’utilizzo della denominazione “Canova Giovane Club” è concesso dal Presidente del Canova Club, che può vietarlo in ogni momento.

 

Art. 14 – Norme Applicabili

Per tutto quanto non contemplato nel presente Statuto, la legge applicabile è quella della Repubblica italiana.

 

 

Roma, 18 novembre 2012,

 

 

Benedetto Brancoli Busdraghi

 

 

 

Lorenzo Caffo

 

 

 

Gian Marco di Marzo

 

 

 

Vittoria Guglielmi

 

 

 

Riccardo Langosco di Langosco

 

 

ASSOCIAZIONE CANOVA GIOVANE CLUB

 

VERBALE D’ASSEMBLEA

 

Nell’anno 2012, addì 18 novembre, alle ore 17.30, si apre in Roma, alla via Levico 12, la prima assemblea del Club Canova Giovane. Sono presenti i soci Benedetto Brancoli Busdraghi, Lorenzo Caffo, Gian Marco di Marzo, Vittoria Guglielmi, Riccardo Langosco di Langosco. Gian Marco di Marzo svolge le funzioni di Segretario d’Assemblea.

L’Assemblea, all’unanimità, elegge Riccardo Langosco di Langosco Presidente dell’Associazione, approvando la strategia sociale per l’anno 2012, che prevede cenacoli, uscite culturali, eventi aggregativi.

Il Presidente Riccardo Langosco di Langosco comunica all’assemblea di conferire, per il momento, le seguenti deleghe:

  • Benedetto Brancoli Busdraghi: comunicazione;
  • Lorenzo Caffo: gestione mailing list;
  • Gian Marco di Marzo: logistica e supporto operativo; tesoriere;
  • Vittoria Guglielmi: attività culturali.

L’Assemblea, all’unanimità, rimette al Presidente la stesura del regolamento associativo e rinvia ad altra assemblea ogni altra deliberazione.

L’Assemblea si chiude alle ore 18.30.

Letto, approvato e sottoscritto in Roma, 18 novembre 2012.